La Cisl Funzione Pubblica di Bari non entra in querelle politiche

Chiederemo al governatore di rimuovere dagli incarichi quanti si dimostrano “poco attenti” ai reali obiettivi e alle criticità che questa drammatica fase emergenziale pone ogni giorno




Bari, 19 aprile – Continua il confronto con il Governatore Emiliano in merito alle molteplici problematiche legate alla gestione della sanità barese aggravata dalla non sempre puntuale applicazione delle direttive regionali.


“La realizzazione e l’apertura dell’Ospedale delle maxi Emergenze nei padiglioni della Fiera del Levante – spiega il segretario generale FP CISL Bari Franco Capodiferro – ha evidenziato problemi strutturali e gestionali in un Policlinico dove il confronto sindacale era già difficoltoso in una situazione ordinaria pre-covid e che nei mesi precedenti all’apertura era stato sfrontatamente evitato."

Stiamo parlando di carenze di personale sanitario, di difficoltà organizzative e strumentali che andrebbero affrontate con il pieno coinvolgimento di quanti vivono quotidianamente sulla propria pelle gli effetti negativi di questa lunga fase emergenziale, e soprattutto di assunzioni, di stabilizzazioni e di sicurezza sul lavoro.


"Non meno importanti sono le vicende che interessano la ASL BA, dove le rappresentanze sindacali titolate al confronto cercano di dar luogo a una contrattazione aziendale in maniera lineare e programmata al fine di dare risposte e riconoscimenti concreti e tangibili a coloro che spesso, quando conviene, sono indicati come 'Gli Eroi', ma la Dirigenza offre spazio a una parte sindacale non titolata alla contrattazione che ricalcitra i regolamenti e perde di vista il bene comune."

In un quadro così complicato registriamo la disponibilità del Presidente Emiliano a confrontarsi con le organizzazioni sindacali territoriali del comparto per cercare soluzioni condivise e rimuovere le criticità che stanno alla base delle diverse vertenze aziendali in un momento particolarmente delicato per il sistema “paese”.


“Lasciamo ad altri le polemiche e i giudizi sulle politiche sanitarie poste in campo dalla Giunta Emiliano, conclude Franco Capodiferro, piuttosto evidenziamo l’impegno del Presidente ad ascoltarci e a calibrare gli interventi per il bene dei cittadini e per prevenire situazioni di conflitto sociale. Quel che conta è la volontà e l’impegno della Giunta a mettere in campo quanto necessario per affrontare le difficoltà."
“La nostra idea di sindacato – aggiunge Giovanni Stellacci segretario territoriale di Bari con delega alla sanità – non è quella di giudicare chi governa per la loro appartenenza politica ma per le cose che fanno concretamente."

Abbiamo chiesto e ottenuto di incontrare più volte Michele Emiliano per affrontare alcune problematiche aziendali che riguardavano il Policlinico e la Asl Bari e senza alcun tentennamento ci ha incontrati. Auspichiamo che questa sua sensibilità nei confronti degli operatori sanitari e dei cittadini, sia da monito a quanti, Direttori e Dirigenti, con il loro operato devono perseguire gli obiettivi e consentire di rendere al meglio le risorse umane loro assegnate.


Chiederemo al governatore di rimuovere dagli incarichi quanti si dimostrano “poco attenti” ai reali obiettivi e alle criticità che questa drammatica fase emergenziale pone ogni giorno, poiché ogni dipendente prima di essere un professionista è un essere umano che mette in campo le sue competenze per il bene della società e quindi va tutelato e gratificato.