top of page

Giustizia. Cgil, Cisl, Uil Pa: nuovo rinvio convocazione, vertici Ministero inaffidabili

Il Ministero continua a non avere alcun rispetto dei propri dipendenti



Roma, 16 maggio 2023


Il 22 marzo il vice Ministro Sisto si era impegnato a convocare i sindacati, subito dopo Pasqua, per iniziare un confronto serrato al fine di recuperare i ritardi cagionati dal precedente governo e chiudere gli accordi in favore del personale di tutti i dipartimenti della Giustizia. Purtroppo prima abbiamo ricevuto una convocazione solo per il 10 maggio, poi un ulteriore rinvio al 30 maggio.


I vertici del Ministero della Giustizia risultano, allo stato, inaffidabili come quelli precedenti

In conseguenza di questo comportamento irriguardoso i lavoratori non hanno ancora oggi la possibilità di ricevere le spettanze del fondo risorse decentrate del 2019 (archivi notarili), del 2020, del 2021 e del 2022, di conoscere cosa viene proposto per il 2023 e di vedere esigibile il nuovo ordinamento professionale con la definizione delle famiglie professionali, che da contratto dovevano essere definite entro il 31 ottobre 2022.

 

Locandina 730 CAF CISL
 
Non possiamo tollerare ulteriori ritardi e siamo pronti ad intraprendere nuovamente iniziative di lotta se il Ministero continuerà a non avere alcun rispetto dei propri dipendenti

コメント


bottom of page