top of page

CoViD19: continua a non doversi applicare la trattenuta durante la malattia

Lo ha chiarito il Dipartimento della Funzione Pubblica


Roma - 8 Luglio 2022.


A fronte di quesiti che pervengono dai lavoratori, si chiarisce quanto segue.


In caso di accertata positività al Covid-19 per i lavoratori pubblici risulta ancora applicabile la tutela prevista dall’art. 87, comma 1, del Dl. 18/2020 (cd Cura Italia).


Di conseguenza l’assenza per malattia da Covid 19 continua:

  • ad essere equiparata a ricovero ospedaliero - quindi non si applica la decurtazione retributiva prevista per i primi 10 giorni di assenza dall’art. 71, comma 1 del decreto legge 112/2008

  • a non essere ricompresa nel computo del periodo di comporto.

La norma citata non è mai stata abrogata o disapplicata a seguito della cessazione dello stato di emergenza e dunque non hanno fondamento le pretese di alcuni datori di lavoro di trattare l'assenza per CoViD-19 accertato come ogni altra malattia.

 

Guarda cosa può fare per te il patronato INAS CISL in caso di infortunio o malattia

 

Quanto sopra è stato confermato dal Dipartimento della Funzione Pubblica - Ufficio per l’organizzazione ed il lavoro pubblico - Servizio per il trattamento del personale pubblico, che ha fornito tale chiarimento su richiesta del Ministero della Giustizia.


Ricordiamo che la norma, nella versione vigente alla data odierna, così, recita:

DECRETO-LEGGE 17 marzo 2020, n. 18

Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19.

 Art. 87 
 
(Misure straordinarie in materia di lavoro agile e di  esenzione  dal
                servizio e di procedure concorsuali) 
 
  1.  Il  periodo  trascorso  in  malattia  o   in   quarantena   con
sorveglianza attiva,  o  in  permanenza  domiciliare  fiduciaria  con
sorveglianza attiva, dai  dipendenti  delle  amministrazioni  di  cui
all'articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30  marzo  2001,  n.
165, dovuta  al  COVID-19,  e'  equiparato  al  periodo  di  ricovero
ospedaliero e non e' computabile ai fini  del  periodo  di  comporto.

Qualora tu sia un lavoratore in queste condizioni, ed il tuo datore di lavoro non dovesse ottemperare, non esitare a rivolgerti al tuo rappresentante CISL FP o prendi contatto con noi compilando questa richiesta di contatto.

Comentarios


bottom of page