Comune di Bari - Finalmente possibile lo smart working oltre il 20%

Aggiornamento: 28 mar

La circolare del 4 Gennaio 2022 della Direzione Generale rimuove finalmente il limite arbitrario



Comune di Bari - 4 Gennaio 2022.


C'è voluto il susseguirsi impressionante di record di contagi in Italia, in Puglia e a Bari, e ci sono volute le dichiarazione alla stampa del Ministro per la Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, per indurre la Direzione Generale del Comune di Bari a riconoscere ciò che era già evidente a tutti: che l'attività in presenza prevalente non vuol dire all'80%, ma a poco più della metà.


Certo, avremmo potuto risparmiarci un bel po' di contagi e preoccupazioni. A volte si dice "meglio tardi che mai". Noi non siamo di questo parere. Riteniamo che sia meglio "al momento giusto".

 

Il tuo momento è adesso

 

Ma, tant'è, dopo le reiterate richieste dei sindacati, finalmente la matematica (ma qui siamo alla più semplice aritmetica) ha prevalso.


Certo, ma non il buon senso, che è stato ulteriormente preso a schiaffi da affermazioni prive di fondamento scientifico.

Con la circolare 2215 del 4 Gennaio, la Direzione Generale del Comune di Bari ha dato la seguente disposizione ai Dirigenti:


è rimesso al prudente apprezzamento di ciascun dirigente valutare la misura percentuale della prestazione lavorativa da svolgere in modalità agile nel rispetto inderogabile del principio di prevalenza.

Cade, dunque, la pregiudiziale che costringeva i dirigenti a negare il lavoro agile con percentuali superiori al 20%.


Cosa devono fare ora i lavoratori che intendano chiedere di fare lavoro agile in percentuale superiore al 20%? Devono rivolgere istanza al proprio dirigente, il quale dovrà valutare la compatibilità della richiesta con le attività d'ufficio. In altre parole, ora i dirigenti non potranno più nascondersi dietro il pretesto delle mani legate.


Formulare istanza al proprio dirigente, e chiedere l'applicazione del lavoro agile alle attività previste dal POLA

Vale la pena ricordare, come la stessa circolare fa, che la possibilità di svolgere lavoro agile non è rimessa alla valutazione contingente del dirigente, ma deve seguire quanto indicato nel POLA (Piano Operativo del Lavoro Agile), formalmente adottato dalla Giunta Comunale nel 2021 dopo l'iter che ha visto la proposizione da parte degli uffici, l'esame congiunto nel CUG (Comitato Unico di Garanzia), nell'OPI (Organismo Paritetico per l'Innovazione) e in Delegazione Trattante. Nel POLA sono elencate le attività smartabili per ciascuna Unità Organizzativa (Ripartizione, Municipio, Direzione, Staff, ecc.).


La CISL FP di Bari, con i suoi RSU e i componenti del Direttivo, sono a disposizione dei lavoratori per supportarli qualora incontrino difficoltà in questo percorso.


Qui di seguito la circolare della Direzione Generale:


_2215_2022 - File primario - doc05208520220104143721
.pdf
Download PDF • 879KB