top of page

Assegno Unico 2023: cosa cambia e come ottenerlo.

Aumenti in vigore già da Gennaio. Quando va presentata o rinnovata la domanda. I servizi CISL per ottenerlo


13 Gennaio 2023.


Con l’introduzione dell’Assegno Unico nel 2022, l’Isee è ormai diventato un appuntamento annuale per circa 10 milioni di famiglie. Vediamo insieme come gestire il primo rinnovo e quali sono le scadenze.


Per l’Assegno Unico, l’ISEE 2022 continua a essere utilizzato per la determinazione degli importi di gennaio e febbraio 2023.


Ricordiamo che la Domanda per l'Assegno Unico ha valore dal 1 Marzo al 29 Febbraio dell'anno successivo

 

Ci sono novità già per i mesi di Gennaio e Febbraio 2023.


Tutti gli importi saranno aumentati sulla base del costo della vita. La quantificazione dell'aumento avverrà con Decreto Ministeriale nella seconda metà di Gennaio. Gli aumenti saranno corrisposti nella mensilità di Febbraio 2023, includendo gli arretrati per il mese di Gennaio.


Sono previsti anche ulteriori aumenti, che si aggiungono a quelli di cui sopra:

  • per ogni figlio di età inferiore a 1 anno gli importi spettanti sono incrementati del 50% indipendentemente dall'ISEE

  • nei nuclei con almeno 3 figli, lo stesso incremento del 50% è riconosciuto per ogni figlio di età compresa tra 1 e 3 anni in presenza di ISEE inferiore a 40.000* Euro

  • per i nuclei con almeno quattro figli, l'importo della maggiorazione (già prevista) passa da 100 a 150 Euro mensili

  • è confermato definitivamente l'incremento degli importi spettanti in presenza di figli con disabilità (inizialmente previsti solo per il 2022).


Anche questi incrementi saranno corrisposti sulla mensilità di Febbraio, includendo gli arretrati per il mese di Gennaio


* Con l'occasione saranno incrementati, sempre in base al costo della vita, i limiti di reddito che danno diritto alle maggiorazioni. Anche per questi incrementi si attende Decreto Ministeriale

 

Vediamo invece cosa fare per il periodo Marzo 2023 - Febbraio 2024



Se hai presentato domanda valida già nel 2022


Per quei Nuclei Familiari che non presentano variazioni nella composizione e nelle caratteristiche, dal 1 marzo le domande di assegno unico presentate nel 2022 accolte e in corso di validità verranno rinnovate automaticamente, non ci sarà bisogno di presentarne una nuova (vanno comunicate solo eventuali variazioni).


Tuttavia l'importo spettante dipende dall'ISEE.


Comunque presentando la Dichiarazione Sostitutiva Unica (quella che si firma per ottenere l'ISEE) presso un CAF entro giugno, saranno corrisposti gli arretrati.


Qualora l'ISEE non venisse presentato o fosse superiore a 40.000* Euro, l'importo corrisposto per ciascun figlio sarà quello minimo Qualora, invece, venisse presentato dopo il 30 giugno, gli importi superiori al minimo saranno corrisposti senza arretrati.


Chi al 1 marzo avrà già presentato l’Isee 2023 riceverà l’importo base e la maggiorazione senza interruzioni, gli altri dalla mensilità di marzo riceveranno l’importo minimo, ma avranno il riconoscimento degli arretrati presentando l’Isee 2023 entro il 30 giugno.


E' fondamentale dunque ottenere dal CAF l'ISEE 2023


Quando, invece, va presentata domanda?


La domanda va presentata in caso di modifiche nel nucleo familiare come, per esempio:

  • nascita di figli

  • variazione o inserimento della condizione di disabilità del figlio

  • variazione relativa alla frequenza scolastica del figlio maggiorenne

  • separazione o matrimonio dei genitori

  • criteri di ripartizione dell'assegno tra i due genitori (per sentenza o accordo)

Va presentata anche in caso di modifica delle Coordinate Bancarie o più in generale in caso di modifica di una qualunque delle informazioni inserite nella Domanda dell'anno precedente.


Ovviamente la domanda va presentata anche in caso di sopravvenienza per la prima volta di un figlio.


Per chi si approccia per la prima volta all'Assegno Unico


Consigliamo di leggere questi 3 avvisi, già pubblicati lo scorso anno, che abbiamo aggiornato con le ulteriori indicazioni dell'INPS (clicca per leggerli):




Importi spettanti per il periodo Marzo 2023 - Febbraio 2024


Gli importi spettanti da Marzo in poi sono quelli maggiorati per tutti già da Febbraio 2023, cui si aggiungono i casi specifici elencati sopra.


 

I servizi della CISL per l'Assegno Unico


Ti ricordiamo che per ottenere l'ISEE, essenziale per determinare l'importo corretto dell'Assegno, puoi rivolgerti al CAF CISL. Leggi questo articolo per sapere come


Per richiedere l'Assegno Unico puoi procedere in autonomia usando lo SPID. In tal caso, ricorda che puoi ottenere gratis lo SPID presso i CAF CISL. Leggi questo articolo per sapere come


Oppure, sempre per richiedere l'Assegno puoi rivolgerti al Patronato INAS CISL. Vai a questa pagina per cercare il Patronato INAS più vicino



コメント


bottom of page